L’oro supera i $ 1420 nonostante l’ampia forza del dollaro

L’oro è sceso dell’1 percento lunedì e ha guadagnato quasi il 2 percento nella sessione di venerdì. È diminuito rispetto alle obbligazioni in quanto vicine al test del loro massimo storico. è oscillato in un intervallo relativamente ristretto intorno al livello di $ 1.200 dall’inizio di luglio ”, ha scritto oggi David Moore presso la Commonwealth Bank of Australia a Sydney. È caduto mercoledì dopo che la Casa Bianca e i legislatori hanno raggiunto un accordo per estendere la scadenza sul tetto del debito del governo federale e mentre le azioni hanno recuperato alcune delle loro perdite della sessione precedente. Rimane supportato dai fondi negoziati in borsa sempre positivo. In primo luogo, il prezzo contro le altre valute (in particolare l’euro) è stato un indicatore principale per l’oro in termini di dollari USA. È salito al suo massimo in più di una settimana lunedì, quando il dollaro si è indebolito e l’euro ha continuato ad avanzare dopo che il capo della Banca centrale europea si è astenuto dal parlare della moneta unica in una riunione di alto profilo dei banchieri centrali.

I prezzi dell’oro sono aumentati mercoledì rimbalzando a supporto vicino alla media mobile a 10 giorni a 1.341. Si sono spostati più in alto, ma restano vincolati dal momento in cui il dollaro è stato fortemente in grado di limitare i movimenti al rialzo del metallo giallo. Recentemente è stato scambiato in rialzo e ha rotto la zona di resistenza 1295 contro il dollaro USA. Il prezzo dell’oro a pronti si è abbassato durante le ore di negoziazione asiatiche venerdì 21 ottobre, mentre il dollaro USA ha continuato a guadagnare forza.

Il prezzo è stato scambiato vicino al livello 1300 prima che i venditori apparissero vicino ai livelli di resistenza 1297 e 1298. I prezzi dell’oro stanno prendendo piede e il fatto che lo facciano mentre il dollaro sta rimbalzando è un particolare segno di forza. Martedì hanno scalato, segnando il loro più alto insediamento in due settimane e mezzo, mentre il dollaro USA ha visto un forte calo. Sono saliti all’inizio di una nuova settimana di negoziazione e hanno recuperato circa il 50% delle perdite della scorsa settimana di oltre l’1%, sostenute da un biglietto verde più debole. Per concludere, il prezzo reale dell’oro sta tendendo al rialzo, il che implica buoni tempi in anticipo per i metalli preziosi nei prossimi mesi.

admin